Per intraprendere la carriera d’agente immobiliare, come prima cosa, bisogna tracciarsi una zona in cui si vuole agire, di conseguenza le zone in cui si vuole operare. Prima di tutto ciò, però, bisogna, come prima cosa, fare dei corsi per agenti immobiliari.

Primo Step: Corso di formazione

Per avviare la carriera di Agente Immobiliare, è necessario iscriversi ad uno specifico corso di formazione, chiamato Beta Formazione. La durata del corso è di circa 200 Ore, utili per il superamento dell’esame da sostenere dopo il corso. Successivamente al superamento dell’esame, il futuro agente immobiliare, deve necessariamente fare l’iscrizione al Rea, cioè al Ruolo degli agenti di affari in mediazione, presso la Camera di Commercio della provincia di riferimento, per poter cominciare la sua carriera.

Fondamenta per essere un Agente Immobiliare

Quado si diventa Agente Immobiliare e si è scelta la zona in cui operare, bisogna fare una buona raccolta Dati. I dati che si raccolgono si possono riassumere in alcuni punti:

  • Quanto è grande la zona su cui si vuole operare;
  • Il numero di agenzie nei dintorni, perché è un dato fondamentale per lavorare in quella specifica zona;
  • Il numero di compravendite durante l’anno, perché maggiore è il numero, maggiore è il profitto a cui si può aspirare;
  • Il numero dei residenti presenti in zona
  • Non è necessario avere l’agenzia in quella zona, si può avere l’ufficio in un’altra zona o in coworking, oppure semplicemente lavorare da casa.
  • Possedere una modulistica appropriata sia per far sottoscrivere la vendita, sia per fare sottoscrivere l’acquisto.

Attività di Marketing e Competitor

Una volta che si hanno tutti questi dati, si può partire con l’attività di Marketing che va fatta sia online che offline.

 Per quanto riguarda l’online si possono pubblicizzare gli immobili censiti, attraverso banner, creazione siti etc, insomma l’online dà la possibilità di farsi conoscere il più rapidamente possibile e avere spese eccessive.

L’attività offline, riguarda invece, il consegnare lettere, riviste, volantini e tutto ciò che può aiutare a farsi conoscere in quella suddetta zona.

Quando si ha censito l’immobile di proprio interesse, bisogna occuparsi di scrivere dei buoni testi per attirare l’attenzione e poter vendere quell’immobile.

Altra cosa molto importante da fare, è l’analisi dei Competitor, perché se si conoscono in modo approfondito i propri Competitor si può adottare la strategia giusta per spianarsi la strada e acquisire sempre più clienti. Ovviamente è da tenere in conto che non sempre i nostri competitor vanno eliminati, a volte bisogna anche creare una collaborazione con alcuni di essi. Questo è utile nel caso in cui si hanno gli obiettivi di Business o altre cose affini, ideali per creare una rete di collaborazione che aiuti a farsi conoscere sempre di più e lavorare sempre più.

L’agente immobiliare 2.0

Oggigiorno, la ricerca della casa è sempre più indirizzata sui portali online. Molti si affidano al mondo online per cercare un immobile fatto ad hoc dei propri gusti. Quindi si può dire che anche il ruolo dell’agente immobiliare sta cambiando e sta cercando velocemente di adeguarsi al cambiamento.

Quando si fa una ricerca online su un immobile, infatti, al giorno d’oggi, c’è la possibilità di trovare tutti dati relativi a quest’ultimo online e spiegati minuziosamente.

Il digital sta ovviamente cambiando il mondo lavorativo e anche il modo di vivere, di conseguenza anche il ruolo dell’Agente Immobiliare. Ad oggi, infatti, quando si va a cercare un immobile non ci si ferma solo all’aspetto, ma soprattutto alla funzionalità. Se si pensa che chi lavora online ha la possibilità di lavorare da casa, quindi si può dire che il digital sta spostando il lavoro dal centro città al fuori città. Si parla di fuori città, perché chi ha la possibilità di lavorare da casa, ha di certo voglia di più tranquillità e quindi ha più voglia di comprare una casa un po’ più isolata e più lontana dal centro caotico della città.

Allo stesso tempo le case ricercate sono sempre più particolari e le ricerche diventano sempre più minuziose. Altro punto, quindi, da tenere in considerazione e a cui si deve pensare è l’ecologico. Molti, infatti, cercano immobili ad energia rinnovabile e pulita, c’è quindi una sensibilizzazione più forte nei confronti dell’ecosistema.

Le case, inoltre, vengono ricercate sempre più automatizzate, sempre più tecnologiche, sempre più innovative, perché viviamo in un periodo in cui la tecnologia sta diventando il tutto.

Di tutto questo l’agente immobiliare ne deve tener conto per accontentare il proprio cliente!

Startup: esempi di lavoro innovativo

Altra questione da considerare, quando si vuole vendere l’immobile, è il Mutuo a cui deve ricorrere il cliente per comprare casa. Sono sempre delle procedure molto lunghe, soprattutto in Italia, e l’agenzia immobiliare dovrebbe pensare al modo più rapido per farlo avere. Si pensi che in America c’è una Startup che propone la possibilità di avere un Mutuo in 24 ore. Ovviamente non è fuffa, ma solo un modo rapido per poter capire, utilizzando un’Intelligenza Artificiale e degli specifici dati, che permettono di capire se per quel potenziale acquirente è possibile o no ottenere il Mutuo.

Potrebbe interessarti

Bioedilizia: in che direzione sta andando?

La sostenibilità è diventato un tema molto sentito e discusso, per questo quasi tutti i settori stanno cercando di adeguarsi e rivedere i loro processi produttivi.

Leggi tutto...

Ristrutturazione del tetto condominiale, chi deve pagare per le spese

Può capitare in alcuni stabili che, improvvisamente, nascano delle problematiche riguardo al tetto condominiale e che questo necessiti di lavori inderogabili. Tale situazione può innescare, spesso, delle dispute tra gli stessi inquilini dello stabile su chi deve pagare la ristrutturazione del tetto condominiale. Infatti, questa non è una spesa di poco conto e, considerando le situazioni economiche in cui versano varie famiglie, va ad incidere notevolmente su queste ultime.

Leggi tutto...

Accertamento catastale: di che cosa si tratta

In questi ultimi anni si è assistito, in diversi comuni italiani, all'aggiornamento dei dati catastali di vari immobili. Ciò è stato dovuto al fatto che alcune abitazioni, inizialmente situate in zone non importanti e che in seguito invece hanno visto un importante sviluppo ed un miglioramento delle stesse, sono state rivalutate a livello di valore, anche catastale. Tutto ciò implica, di conseguenza, anche un aggiornamento delle tasse o imposte che il loro proprietario dovrebbe pagarvi.

Leggi tutto...

Contabilizzazione del calore: quali sono i vantaggi

Dal 2017, è entrata in vigore in maniera definita la legge relativa al riscaldamento centralizzato ed alla contabilizzazione del calore nei condomini. Questa legge obbliga tutti i condomini con riscaldamento centralizzato di dotare ogni calorifero di un ripartitore di calore per contabilizzarlo e nel seguire le nuove disposizioni in termini di costi dei consumi.

Leggi tutto...

Ecobonus 2019: quando ristrutturare conviene ma soprattutto aiuta

Sempre più spesso sfogliando un giornale o guardando un telegiornale sentiamo parlare di catastrofi ambientali e di stato di salute della terra quantomai discutibile. Tutto questo è figlio della negligenza dell’uomo che nel corso degli anni, dei decenni e dei secoli è riuscito con cattiveria a distruggere e quindi a compromettere un ecosistema che definire perfetto è un eufemismo. 
E per tamponare o quantomeno nel tentativo di porre parziale rimedio a quanto causa dall’uomo tutti gli Stati del mondo si stanno muovendo in tale direzione. 

Leggi tutto...

I più condivisi

Il lavoro del mediatore immobiliare: opportunità concrete in un periodo di crisi

Un mercato che sta conoscendo un periodo buio e alquanto discusso è sicuramente quello immobiliare. Nonostante alcuni piccoli segnali di miglioramento pervenuti negli ultimi dieci anni il momento storico rimane uno dei più critici: infatti dal 2010 la mole effettiva di transizioni riguardanti le compravendite di appartamenti hanno subito una diminuzione addirittura del 15%.

Leggi tutto...

Le tipologie di comodato d'uso gratuito per gli immobili

Sono tantissimi gli immobili presenti nel nostro Paese a disposizione dei loro proprietari e che vengono affittati ad altre persone, le quali pagano una certa quota di denaro mensilmente per usufruire di una abitazione dove dimorare. Tuttavia, è possibile anche imbattersi nella concessione temporanea di un immobile senza che obbligatoriamente vi sia un corrispettivo in denaro da fornire al suo proprietario legittimo. Si parla ad esempio del comodato d'uso gratuito di un immobile. 

Leggi tutto...

Mutuo per i giovani: il sogno chiamato casa passa di qui

Il nostro, non si può negare, è probabilmente uno dei periodi storici più neri dopo la fine della seconda guerra mondiale. Dal punto di vista economico, lavorativo e quindi sociale non vi è fascia di età che non si trovi in difficoltà viste le paradossali condizioni di vita che si sono venuta a creare in quello che un tempo era definito ‘Belpaese’.

Leggi tutto...

Il portiere condominiale e la crisi del settore

In un periodo storico dove l’Italia sta precipitando a picco, almeno per quanto riguarda il livello occupazionale dei cittadini, una figura che in passato è stata di rilievo ultimamente ha iniziato un lungo e lento declino fino all’estinzione: stiamo parlando del lavoro di portineria che a causa dei costi (e della comprovata crisi che sta colpendo gran parte dell’Europa) sta vedendo ridursi la presenza negli stabili e nei condomini di tutta Italia. 

Leggi tutto...

Patentino agente immobiliare: per un lavoro redditizio in un momento di crisi

Ormai è risaputo, sono anni che se ne parla, chi ha la possibilità di investire deve farlo immancabilmente in questo dato periodo. Il prezzo delle case, infatti, continua la sua lunga e inesorabile discesa: sono ormai quasi dieci anni che il mercato del mattone non conosce la parola rialzo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Agevolazione acquisto prima casa: scopri tutte le novità

Per molte persone, spesso, dopo anni di duri sacrifici, arriva l'occasione e la possibilità di acquistare una bella casa. Una propria dimora dove poter trascorrere la propria vita, far crescere i figli e vivere, nei limiti del possibile, serenamente. Negli ultimi anni, sia per facilitare la realizzazione di questo sogno per tante famiglie e sia per stimolare il mercato immobiliare e la compravendita di abitazioni, lo Stato fornisce un'agevolazione per l'acquisto prima casa, denominato anche "bonus prima casa".

Leggi tutto...

Leggi anche...

Affitto casa vacanza: per non partire impreparati

Per molte persone, magari dopo mesi di duro lavoro, è essenziale prendersi un meritato periodo di vacanze, soggiornando in una bella località ed affittando una stanza in albergo oppure direttamente una casa o un appartamento. Tuttavia, in questi ultimi anni, per alcuni soggetti, tale vacanza si è rivelata invece un incubo ed ulteriore fonte di stress, a causa delle truffe che hanno subito da parte di professionisti del raggiro.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Quali sono le tasse sulla seconda casa

Alcune persone fortunate riescono ad averne una in qualche bella località balneare oppure di montagna, tuttavia la seconda casa rappresenta un lusso che porta con sè diverse problematiche, spesso sotto forma di tasse o imposte da pagare su di essa. Infatti, mentre l'acquisto ed il possesso dell'abitazione principale viene agevolato in diverse maniere, tutto ciò non avviene per le successive e quindi le tasse sulla seconda casa tendono ad essere diverse e in alcuni casi anche consistenti.

Leggi tutto...
Go to Top