Per gli Italiani la casa rappresenta una delle tappe fondamentali della propria realizzazione esistenziale e la sua proprietà un sogno che purtroppo non si avvera per tutti. Infatti, se sono tante le persone che, utilizzando i risparmi di una vita, riescono a realizzare una propria dimora o ad acquistarla, sono anche molte quelle costrette ancora a prenderla in affitto. Tuttavia, una nuova frontiera sembra aprirsi per questi ultimi. 

Negli ultimi anni si è riscontrata infatti, nel nostro Paese, la crescita delle richieste per la realizzazione di moduli abitativi in legno. Molto più diffusa in altri Stati europei, soprattutto nordici, la cultura delle costruzioni in legno si sta pian piano diffondendo anche in Italia e rappresenta una buona alternativa rispetto alle tradizionali e ben più costose abitazioni in muratura o in cemento armato. Andiamo a scoprire in maniera più dettagliata questa realtà, ancora non molto conosciuta dalla maggioranza delle persone.

I vantaggi di questa soluzione

Premesso che anche questa tipologia di abitazione deve rispettare la normativa antisismica e antincendio, numerosi sono gli elementi positivi che può offrire rispetto ad altri materiali e modalità costruttive. Innanzitutto, la velocità di realizzazione. Infatti, la costruzione di una casa in legno prefabbricato risulta essere più semplice, in quanto i pannelli possono essere facilmente trasportabili e montati, anche grazie a collegamenti meccanici realizzati con piastre d'acciaio, bulloni e chiodi. In base alla metratura ed al progetto, si può ultimare tra i 2 ed i 6 mesi.

Altro vantaggio è il risparmio energetico che questo materiale può offrire. Infatti, il legno è riconosciuto come un considerevole isolante termico ed anche acustico. Di conseguenza, risulta minimo il consumo e la dispersione di calore all'interno della struttura abitativa in inverno, a tutto vantaggio della riduzione delle spese economiche della famiglia che vi abita. Discorso simile anche in estate, in quanto il legno offre anche una notevole frescura interna.

I costi per la loro realizzazione poi sono nettamente inferiori rispetto alle tradizionali abitazioni in muratura. Se per quest'ultima infatti servono tra i 1.800 ed i 2.000 Euro/mq, invece per le strutture in legno le tariffe generalmente partono dai 1.200 Euro/mq inclusi di trasporto, montaggio, fondazione e impiantistica. La cifra complessiva, naturalmente, varia in base al metraggio della casa, al numero di piani previsti e al tipologia di legno prescelta.

Le tecniche costruttive utilizzate

Nel nostro Paese si tende ad usare maggiormente il sistema "a telaio", in pratica utilizzato in più del 50% delle costruzioni, seguito poi dalla tecnica X-Lam per oltre il 35% ed infine, per meno del 5%, quella definita Blockhaus, tipica dei Paesi nord europei. Ciascuna metodologia possiede caratteristiche peculiari riguardo al comportamento della struttura, agli elementi stilistici ed architettonici e ai fattori costruttivi. Ogni tecnica si adatta maggiormente ad una tipologia di clima o ambiente piuttosto che un'altra.

Il sistema "a telaio", definito anche come Platform Frame, è costituito da solai e pareti formati da intelaiature di elementi in legno di sezione ridotta, a cui vengono uniti dei pannelli in legno strutturale. Tali solai e pareti, poi, vengono interconnessi tra loro e alle fondazioni attraverso piastre metalliche ed altri elementi, come chiodi e viti. Il tutto è completato dall'inserimento di un isolante all'interno dell'intelaiatura.

La tecnica X-Lam è una metodologia costruttiva che si basa su pannelli di legno massiccio con svariati strati incrociati ed incollati, che formeranno poi i solai e le pareti. Questo genere di pannelli sono considerevolmente rigidi e resistenti e sono connessi tra loro grazie a collegamenti meccanici, il tutto a formare una struttura cosiddetta scatolare. I pannelli utilizzati, comunque, sono già prefabbricati con le loro svariate aperture e vengono poi direttamente montati sul cantiere. Questo rappresenta un sistema davvero versatile e destinato a vari tipi di strutture.

La tecnica Blockhaus si distingue invece per la realizzazione di pareti attraverso la sovrapposizione di tronchi di legno massiccio sagomati alle estremità. E proprio l'incrocio tra tali elementi ne evidenzia il particolare stile architettonico, ma fornisce anche una considerevole stabilità e resistenza alla struttura. Generalmente, questo sistema viene utilizzato per la costruzione di singole abitazioni immerse nel verde oppure di edifici abitativi nei centri montani.    

Potrebbe interessarti

Irrigazione Domotica: per un giardino sempre verde

Negli ultimi anni sono sempre di più i dispositivi connessi nelle nostre case: Lavatrici smart, lampadine controllabili dal telefono, casse Bluetooth, riscaldamento centralizzato e tanto altro.

Leggi tutto...

Norme antisismiche: quando la terra trema fa paura

Nonostante il progresso scientifico non conosca tregua, nonostante il clamoroso sviluppo di quelli che possono essere gli strumenti per salvaguardare l’uomo in tutte le circostanze un evento, purtroppo, rimane ancora imprevedibile e capace di scatenare catastrofi di dimensioni inaudite.

Leggi tutto...

Case “full elettric”: innovazione e comodità

La tecnologia fa passi avanti anche nell’edilizia. Dal 2020, infatti, saranno realtà le prime case “full elettric”, edifici in cui l’unica forma di energia utilizzata sarà l’elettricità. Questo porterà ad una vera e propria “rivoluzione elettrica”, con sempre più persone che investiranno nell’energia solare.

Leggi tutto...

Smart windows, vetrate intelligenti per migliorare la nostra vita

La tecnologia e le scoperte in campo scientifico corrono inesorabilmente e noi, di conseguenza, corriamo insieme a loro. Negli ultimi vent’anni è difatti innegabile che il nostro stile di vita si è radicalmente mutato e con esso anche le nostre abitudini: di sicuro ne abbiamo tratto giovamento ma in alcune cose, soprattutto per i più piccoli, bisognerebbe porre qualche accento in più.

Leggi tutto...

Contabilizzazione del calore: quali sono i vantaggi

Dal 2017, è entrata in vigore in maniera definita la legge relativa al riscaldamento centralizzato ed alla contabilizzazione del calore nei condomini. Questa legge obbliga tutti i condomini con riscaldamento centralizzato di dotare ogni calorifero di un ripartitore di calore per contabilizzarlo e nel seguire le nuove disposizioni in termini di costi dei consumi.

Leggi tutto...

I più condivisi

Il portiere condominiale e la crisi del settore

In un periodo storico dove l’Italia sta precipitando a picco, almeno per quanto riguarda il livello occupazionale dei cittadini, una figura che in passato è stata di rilievo ultimamente ha iniziato un lungo e lento declino fino all’estinzione: stiamo parlando del lavoro di portineria che a causa dei costi (e della comprovata crisi che sta colpendo gran parte dell’Europa) sta vedendo ridursi la presenza negli stabili e nei condomini di tutta Italia. 

Leggi tutto...

Mutuo per i giovani: il sogno chiamato casa passa di qui

Il nostro, non si può negare, è probabilmente uno dei periodi storici più neri dopo la fine della seconda guerra mondiale. Dal punto di vista economico, lavorativo e quindi sociale non vi è fascia di età che non si trovi in difficoltà viste le paradossali condizioni di vita che si sono venuta a creare in quello che un tempo era definito ‘Belpaese’.

Leggi tutto...

Pulizie condominiali: come organizzarsi nei condomini?

La vita nei condomini non è sempre facile. Può diventare molto frustrante e complicata se non si riesce ad accordarsi sulle parti comuni. Una delle tante “questioni” problematiche è quella delle pulizie condominiali.

Leggi tutto...

Patentino agente immobiliare: per un lavoro redditizio in un momento di crisi

Ormai è risaputo, sono anni che se ne parla, chi ha la possibilità di investire deve farlo immancabilmente in questo dato periodo. Il prezzo delle case, infatti, continua la sua lunga e inesorabile discesa: sono ormai quasi dieci anni che il mercato del mattone non conosce la parola rialzo.

Leggi tutto...

Lavorare come agente immobiliare, ecco i requisiti

Passano i decenni, ma il riuscire a trovare un acquirente per una casa che si intende vendere oppure, viceversa, qualcuno interessato a venderne una quando la si vuole acquistare non è mai semplice. Fortunatamente, tuttavia, nel corso degli anni si sono diffuse le agenzie immobiliari e con esse anche gli agenti, che facilitano l'incontro tra domanda ed offerta in questo settore. Un lavoro non facile, in quanto i requisiti per un agente immobiliare sono diversi e non semplici da avere.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavorare come agente immobiliare, ecco i requisiti

Passano i decenni, ma il riuscire a trovare un acquirente per una casa che si intende vendere oppure, viceversa, qualcuno interessato a venderne una quando la si vuole acquistare non è mai semplice. Fortunatamente, tuttavia, nel corso degli anni si sono diffuse le agenzie immobiliari e con esse anche gli agenti, che facilitano l'incontro tra domanda ed offerta in questo settore. Un lavoro non facile, in quanto i requisiti per un agente immobiliare sono diversi e non semplici da avere.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Comodato ad uso gratuito: come funziona

Comodato d’uso gratuito è un contratto che può essere scritto o verbale stipulato col proprietario del bene. Quindi, è un bene mobile o immobile, che viene consegnato dal proprietario ad un altro soggetto per un periodo di tempo stipulato nel contratto. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Gli immobili come investimenti: ecco le nuove plusvalenze

Come ben sappiamo la situazione economica italiana in questo periodo è tutt’altro che florida e riuscire a guardare al futuro con ottimismo riesce molto difficile. A maggior ragione il tutto si acuisce se si passa all’analisi economica degli italiani stessi: c’è gente oggettivamente benestante, che è riuscita a sapersi valere e quindi ottenere occupazioni eccelse, mentre c’è gente che fatica seriamente all’arrivare a fine mese. 

Leggi tutto...
Go to Top