Possedere una casa di proprietà rappresenta il sogno di moltissime persone, sia giovani che anziani. Se per i primi, infatti, il desiderio è avere un piccolo nido d'amore con il proprio partner, in cui far crescere anche dei bambini, per i secondi l'aspirazione maggiore è vivere con serenità la pensione ed il resto della propria vita, evitando l'ansia di uno sfratto. Se alcuni poi mirano ad una dimora semplice, il sogno proibito di altri è invece possedere uno o più immobili di lusso.

Infatti, tante persone amerebbero avere una piscina in cui fare il bagno in estate oppure una villa in cui organizzare delle feste con amici e colleghi di lavoro o, ancora, dimorare magari in un castello di antichissime origini e di lunga tradizione storica. Ma, alla fine, un'abitazione di pregio o di lusso quando è considerata tale e quali le caratteristiche che la contraddistinguono da una semplice dimora sia pur ampia? Cerchiamo di sapere qualcosa di più su questo genere di case assai particolari.

Quali sono le abitazioni di lusso

Questo tipo di dimora rappresenta una particolare e piccola categoria di immobili, che si possono distinguere dagli altri non solo per le dimensioni ampie, ma anche per la posizione in cui sono dislocate e per le finiture o stile architettonico che presentano. A definire in maniera più esauriente un'abitazione di lusso, tuttavia, è intervenuta la legge ed in particolare il Decreto Ministeriale n° 1072 dell'Agosto 1969, il quale fa rientrare in tale categoria le seguenti strutture:

  • Abitazioni destinate a ville o parchi privati: strutture abitative realizzate su aree definite dalla normativa urbanistica appunto "a ville" o "a parco privato" o destinate per la realizzazione di abitazioni di lusso;
  • Case unifamiliari: abitazioni costruite su aree definite dalla normativa come destinate all'edilizia unifamiliare, con lotti non inferiori ai 3000 mq, ad esclusione delle aree agricole;
  • Abitazioni con cubatura maggiore di 2000 mc, ma con particolari caratteristiche;
  • Abitazioni unifamiliari con campo da tennis o piscina: dimore che presentano un campo da tennis di almeno 650 mq oppure una piscina di 80 mq;
  • Alloggio padronale: strutture composte da un unico alloggio padronale superiore ai 200 mq, ma dotate di particolari caratteristiche;
  • Unità immobiliari di superficie maggiore a 240 mq;
  • Fabbricati di edilizia residenziale: ogni alloggio o fabbricato realizzati su terreni il cui valore risulta essere superiore di almeno una volta e mezzo quello della singola costruzione.

Inoltre, sono considerati di lusso tutte quelle dimore che posseggano più di quattro delle caratteristiche elencate:

  • superficie dell'abitazione superiore a 160 mq;
  • terrazze e balconi con superficie maggiore a 65 mq;
  • più di un ascensore per singola scala;
  • montacarichi;
  • scala principale con pareti decorate con materiale di pregio;
  • porte d'ingresso realizzate con legno o decorazioni pregiate;
  • pavimenti con materiale o con lavorazioni pregiate per un'area maggiore del 50% della superficie complessiva;
  • piscina per una struttura con meno di 15 unità immobiliari;
  • campo da tennis per un complesso abitativo dotato di meno di 15 unità immobiliari.

In pratica, rientrano nella categoria di immobile di lusso le dimore che sono registrate a livello catastale come A/1 (cioè abitazioni di tipo signorile); A/8 (quindi abitazioni in ville) ed A/9 (castelli e palazzi di pregio artistico o storico).

Effetti di tale classificazione

Naturalmente, i possessori di abitazioni che rientrano in queste categorie catastali sono tenuti a pagare imposte sulla casa direttamente connesse al valore di essa e, dall'altra parte, non possono usufruire di eventuali agevolazioni, anche di tipo fiscale. Un esempio è fornito dal cosiddetto "Bonus Prima Casa" e che concede, tra le altre cose, anche sconti sull'imposta di registro da pagare per le prime abitazioni.

Infatti, una sentenza della Corte di Cassazione del Settembre 2013 ha disposto che questa agevolazione non può essere fatta valere dai soggetti che posseggono immobili definiti di pregio o di lusso e comunque rientranti nelle categorie catastali A/1, A/8 ed A/9. Di conseguenza, il possedere questo genere di dimora comporta vari e considerevoli vantaggi per i proprietari, tuttavia tali benefici comportano anche dei sacrifici, soprattutto a livello economico.

Potrebbe interessarti

Norme antisismiche: quando la terra trema fa paura

Nonostante il progresso scientifico non conosca tregua, nonostante il clamoroso sviluppo di quelli che possono essere gli strumenti per salvaguardare l’uomo in tutte le circostanze un evento, purtroppo, rimane ancora imprevedibile e capace di scatenare catastrofi di dimensioni inaudite.

Leggi tutto...

Irrigazione Domotica: per un giardino sempre verde

Negli ultimi anni sono sempre di più i dispositivi connessi nelle nostre case: Lavatrici smart, lampadine controllabili dal telefono, casse Bluetooth, riscaldamento centralizzato e tanto altro.

Leggi tutto...

Smart windows, vetrate intelligenti per migliorare la nostra vita

La tecnologia e le scoperte in campo scientifico corrono inesorabilmente e noi, di conseguenza, corriamo insieme a loro. Negli ultimi vent’anni è difatti innegabile che il nostro stile di vita si è radicalmente mutato e con esso anche le nostre abitudini: di sicuro ne abbiamo tratto giovamento ma in alcune cose, soprattutto per i più piccoli, bisognerebbe porre qualche accento in più.

Leggi tutto...

Bioedilizia: in che direzione sta andando?

La sostenibilità è diventato un tema molto sentito e discusso, per questo quasi tutti i settori stanno cercando di adeguarsi e rivedere i loro processi produttivi.

Leggi tutto...

Isolamento acustico: una soluzione per vivere in pace

La convivenza in un condominio è sempre stato argomento di discussione e litigi causati da i più svariati motivi. C’è chi annaffia le piante allagando il balcone sottostante, chi lascia i propri animali liberi nel cortile condominiale o parcheggia l’automobile in uno spazio non riservato a lui.

Leggi tutto...

I più condivisi

Il lavoro del mediatore immobiliare: opportunità concrete in un periodo di crisi

Un mercato che sta conoscendo un periodo buio e alquanto discusso è sicuramente quello immobiliare. Nonostante alcuni piccoli segnali di miglioramento pervenuti negli ultimi dieci anni il momento storico rimane uno dei più critici: infatti dal 2010 la mole effettiva di transizioni riguardanti le compravendite di appartamenti hanno subito una diminuzione addirittura del 15%.

Leggi tutto...

Acquisto seconda casa: cosa fare per comprarla

Acquistare una seconda casa è stato, per molti anni considerato un lusso possibile solo a poche persone facoltose. Il mercato immobiliare ha cambiato scenario e, complice la crisi e l’esistenza di diverse soluzioni bancarie, in questo momento storico le possibilità di acquisto di una seconda casa sono aumentate.

Leggi tutto...

Lavorare nel mercato immobiliare, quali le figure più importanti

Nel nostro Paese, il settore degli immobili è sempre stato molto attivo e vivace, in quanto per gli Italiani l’acquisto ed il possesso di una casa è sempre stato un importante traguardo della vita. Sebbene negli ultimi anni la crisi economica abbia colpito anche questo ambito, tuttavia lavorare nel mercato immobiliare non risulta difficile e le sue figure di riferimento sono sempre molto richieste.

Leggi tutto...

Provvigioni e Agenzie Immobiliari: ecco come funziona

L’ambito in cui lavorano le agenzie immobiliari è sempre molto dinamico e disponibile. Gli Agenti immobiliari, infatti, basano il loro lavoro sul fare rete, cioè conoscere sempre più persone che vogliono acquistare o vendere un immobile.

Leggi tutto...

Ecco come diventare amministratore di condominio

L’Italia, ormai lo sappiamo, sta vivendo un periodo storico che è tra i peggiori negli ultimi decenni. I problemi all’interno del Belpaese anziché diminuire sembrano aumentare e la più grane piaga che colpisce la nostra bella nazione è sicuramente il tasso di occupazione che è secondo solo a quello immediatamente successivo al secondo dopoguerra. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavorare nel mercato immobiliare, quali le figure più importanti

Nel nostro Paese, il settore degli immobili è sempre stato molto attivo e vivace, in quanto per gli Italiani l’acquisto ed il possesso di una casa è sempre stato un importante traguardo della vita. Sebbene negli ultimi anni la crisi economica abbia colpito anche questo ambito, tuttavia lavorare nel mercato immobiliare non risulta difficile e le sue figure di riferimento sono sempre molto richieste.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Affitto irregolare, penalizzazioni e conseguenze per inquilino e locatore

Quello dell'affitto in nero o irregolare di immobili, purtroppo, è un fenomeno presente in varie città e province italiane, soprattutto grandi ed anche sedi di università. Infatti, se da un lato questa problematica può riguardare un pò tutti coloro che sono alla ricerca di un'abitazione da affittare, dall'altro tende a coinvolgere in particolare gli studenti universitari fuorisede, più soggetti, per varie ragioni, a tale fenomeno illegale. E spesso non valutando le conseguenze e le penalizzazioni dell'affitto irregolare o addirittura in nero, sia per loro che per il locatore stesso.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Ipoteca sulla casa: ecco cosa comporta

Per alcune persone rappresenta una necessità per potersi garantire l'accesso ad un mutuo, mentre per altre è una sorta di spada di Damocle che incombe sulla testa e che si vuole eliminare al più presto. L'ipoteca sulla casa o su altri beni, in effetti, spesso è vista come qualcosa di assolutamente negativo ed un peso di cui è conveniente liberarsi, soprattutto se grava appunto su un'abitazione. Tuttavia, la sua cancellazione non risulta così facile da effettuare.

Leggi tutto...
Go to Top