Passano i decenni, ma il riuscire a trovare un acquirente per una casa che si intende vendere oppure, viceversa, qualcuno interessato a venderne una quando la si vuole acquistare non è mai semplice. Fortunatamente, tuttavia, nel corso degli anni si sono diffuse le agenzie immobiliari e con esse anche gli agenti, che facilitano l'incontro tra domanda ed offerta in questo settore. Un lavoro non facile, in quanto i requisiti per un agente immobiliare sono diversi e non semplici da avere. 

Comunque, questa rappresenta ormai una figura chiave del settore e che favorisce le compravendite di diversi tipi di immobili e la reciproca soddisfazione di acquirente e venditore. A cui si aggiunge quella dell'agente, riuscito a far concludere in maniera positiva un affare, magari dando un piccolo contributo alla felicità di qualcuno. Come detto, i requisiti richiesti per diventare agente immobiliare sono diversi e chi volesse saperne di più o intraprendere questa strada può inviare una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Andiamo quindi a scoprire quali siani tali requisiti. 

Scopriamo di più su questa figura

In pratica, si tratta di un professionista dotato di capacità di mediazione e tecnico-commerciali e che mette in relazione due soggetti: una parte che intende vendere o affittare un immobile ed un'altra che invece desidera acquistarlo o affittarlo appunto. Nello specifico, tale figura terza tende a favorire la ricerca di un compromesso e di conseguenza la conclusione di una trattativa tra queste parti, per ottenerne alla fine la reciproca soddisfazione.

Non solo, questo professionista deve anche possedere capacità e soprattutto conoscenze di natura tecnica, in quanto deve chiarire eventuali dubbi o fornire risposte a coloro che desiderano sapere di più su un immobile, la sua struttura e le sue caratteristiche peculiari, illustrandone eventualmente gli elementi tecnici. Il tutto in maniera imparziale, obiettiva ed equidistante tra le parti. Un fattore imprescindibile di questo genere di lavoro.

I requisiti richiesti ad un agente del settore immobiliare

Per quanto riguarda i requisiti personali, un soggetto deve possedere la maggiore età, a cui si aggiunge la cittadinanza italiana o di un Paese dell'Unione Europea, purchè con residenza sul nostro territorio; inoltre, il godimento dei diritti civili; la residenza nella stessa provincia della Camera di Commercio a cui ci si deve iscrivere e, infine, il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore di qualsiasi indirizzo.

A tutto ciò, poi, si devono aggiungere i requisiti professionali. Tra questi troviamo l'aver frequentato un corso di formazione specifico, a cui fa seguito l'iscrizione su un registro apposito presso la Camera di Commercio, previo tuttavia superamento di un esame. Per quanto riguarda quest'ultimo, sono previste due prove scritte ed una orale. Le materie di studio sono diverse e variano dal diritto civile a quello tributario, passando poi per conoscenze davvero specifiche su catasto, registri immobiliari e norme inerenti autorizzazioni e licenze, tra le altre cose. 

Esistono, inoltre, anche dei cosiddetti requisiti morali da possedere per poter intraprendere quest'attività nel settore immobiliare. In particolare, una persona non deve essere stata dichiarata fallita, interdetta, inabilitata o comunque condannata per delitti contro la persona o la P.A. o altri tipi di reati, che prevedano una reclusione non inferiore a due anni e non superiore ai cinque. Inoltre, non si deve essere stati sottoposti a normativa antimafia o sanzioni amministrative accessorie.

Da non dimenticare, tuttavia, che esistono anche delle incompatibilità con la figura di agente immobiliare. Nello specifico, tale lavoro non è compatibile nè con un impiego pubblico, tranne nell'ipotesi che quest'ultimo lo si svolgesse part-time al 50%, nè con un altro impiego privato. Inoltre, tale inconciliabilità sussiste anche nel caso si svolgessero attività in qualità di lavoratori autonomi o imprenditori (anche se per questi ultimi è data l'opportunità di essere iscritti a registri o albi specifici, purchè non si eserciti attivamente la professione).

A questo punto, posseduti tutti i requisiti richiesti e superati gli esami previsti, ci si può iscrivere alla Camera di Commercio provinciale ed in particolare al Registro delle Imprese e al Rea (cioè Repertorio Economico Amministrativo, in pratica una sorta di anagrafe) per Agenti d'Affari in Mediazione. E la carriera di agente immobiliare può partire a tutti gli effetti e soprattutto secondo la normativa di legge.