Passano i decenni, ma il riuscire a trovare un acquirente per una casa che si intende vendere oppure, viceversa, qualcuno interessato a venderne una quando la si vuole acquistare non è mai semplice. Fortunatamente, tuttavia, nel corso degli anni si sono diffuse le agenzie immobiliari e con esse anche gli agenti, che facilitano l'incontro tra domanda ed offerta in questo settore. Un lavoro non facile, in quanto i requisiti per un agente immobiliare sono diversi e non semplici da avere. 

Comunque, questa rappresenta ormai una figura chiave del settore e che favorisce le compravendite di diversi tipi di immobili e la reciproca soddisfazione di acquirente e venditore. A cui si aggiunge quella dell'agente, riuscito a far concludere in maniera positiva un affare, magari dando un piccolo contributo alla felicità di qualcuno. Come detto, i requisiti richiesti per diventare agente immobiliare sono diversi e chi volesse saperne di più o intraprendere questa strada può inviare una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Andiamo quindi a scoprire quali siani tali requisiti. 

Scopriamo di più su questa figura

In pratica, si tratta di un professionista dotato di capacità di mediazione e tecnico-commerciali e che mette in relazione due soggetti: una parte che intende vendere o affittare un immobile ed un'altra che invece desidera acquistarlo o affittarlo appunto. Nello specifico, tale figura terza tende a favorire la ricerca di un compromesso e di conseguenza la conclusione di una trattativa tra queste parti, per ottenerne alla fine la reciproca soddisfazione.

Non solo, questo professionista deve anche possedere capacità e soprattutto conoscenze di natura tecnica, in quanto deve chiarire eventuali dubbi o fornire risposte a coloro che desiderano sapere di più su un immobile, la sua struttura e le sue caratteristiche peculiari, illustrandone eventualmente gli elementi tecnici. Il tutto in maniera imparziale, obiettiva ed equidistante tra le parti. Un fattore imprescindibile di questo genere di lavoro.

I requisiti richiesti ad un agente del settore immobiliare

Per quanto riguarda i requisiti personali, un soggetto deve possedere la maggiore età, a cui si aggiunge la cittadinanza italiana o di un Paese dell'Unione Europea, purchè con residenza sul nostro territorio; inoltre, il godimento dei diritti civili; la residenza nella stessa provincia della Camera di Commercio a cui ci si deve iscrivere e, infine, il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore di qualsiasi indirizzo.

A tutto ciò, poi, si devono aggiungere i requisiti professionali. Tra questi troviamo l'aver frequentato un corso di formazione specifico, a cui fa seguito l'iscrizione su un registro apposito presso la Camera di Commercio, previo tuttavia superamento di un esame. Per quanto riguarda quest'ultimo, sono previste due prove scritte ed una orale. Le materie di studio sono diverse e variano dal diritto civile a quello tributario, passando poi per conoscenze davvero specifiche su catasto, registri immobiliari e norme inerenti autorizzazioni e licenze, tra le altre cose. 

Esistono, inoltre, anche dei cosiddetti requisiti morali da possedere per poter intraprendere quest'attività nel settore immobiliare. In particolare, una persona non deve essere stata dichiarata fallita, interdetta, inabilitata o comunque condannata per delitti contro la persona o la P.A. o altri tipi di reati, che prevedano una reclusione non inferiore a due anni e non superiore ai cinque. Inoltre, non si deve essere stati sottoposti a normativa antimafia o sanzioni amministrative accessorie.

Da non dimenticare, tuttavia, che esistono anche delle incompatibilità con la figura di agente immobiliare. Nello specifico, tale lavoro non è compatibile nè con un impiego pubblico, tranne nell'ipotesi che quest'ultimo lo si svolgesse part-time al 50%, nè con un altro impiego privato. Inoltre, tale inconciliabilità sussiste anche nel caso si svolgessero attività in qualità di lavoratori autonomi o imprenditori (anche se per questi ultimi è data l'opportunità di essere iscritti a registri o albi specifici, purchè non si eserciti attivamente la professione).

A questo punto, posseduti tutti i requisiti richiesti e superati gli esami previsti, ci si può iscrivere alla Camera di Commercio provinciale ed in particolare al Registro delle Imprese e al Rea (cioè Repertorio Economico Amministrativo, in pratica una sorta di anagrafe) per Agenti d'Affari in Mediazione. E la carriera di agente immobiliare può partire a tutti gli effetti e soprattutto secondo la normativa di legge.  

Potrebbe interessarti

Ristrutturazione del tetto condominiale, chi deve pagare per le spese

Può capitare in alcuni stabili che, improvvisamente, nascano delle problematiche riguardo al tetto condominiale e che questo necessiti di lavori inderogabili. Tale situazione può innescare, spesso, delle dispute tra gli stessi inquilini dello stabile su chi deve pagare la ristrutturazione del tetto condominiale. Infatti, questa non è una spesa di poco conto e, considerando le situazioni economiche in cui versano varie famiglie, va ad incidere notevolmente su queste ultime.

Leggi tutto...

Bioedilizia: in che direzione sta andando?

La sostenibilità è diventato un tema molto sentito e discusso, per questo quasi tutti i settori stanno cercando di adeguarsi e rivedere i loro processi produttivi.

Leggi tutto...

Isolamento acustico: una soluzione per vivere in pace

La convivenza in un condominio è sempre stato argomento di discussione e litigi causati da i più svariati motivi. C’è chi annaffia le piante allagando il balcone sottostante, chi lascia i propri animali liberi nel cortile condominiale o parcheggia l’automobile in uno spazio non riservato a lui.

Leggi tutto...

Incentivi per il risparmio energetico: unire l’utile al dilettevole

In un periodo storico che non conosce alcuna sosta dal punto di vista dello sviluppo tecnologico le nostre vite hanno subito un radicale mutamento che nella stragrande maggioranza dei casi hanno dei risvolti solo ed esclusivamente positivi.

Leggi tutto...

Contabilizzazione del calore: quali sono i vantaggi

Dal 2017, è entrata in vigore in maniera definita la legge relativa al riscaldamento centralizzato ed alla contabilizzazione del calore nei condomini. Questa legge obbliga tutti i condomini con riscaldamento centralizzato di dotare ogni calorifero di un ripartitore di calore per contabilizzarlo e nel seguire le nuove disposizioni in termini di costi dei consumi.

Leggi tutto...

I più condivisi

Pulizie condominiali: come organizzarsi nei condomini?

La vita nei condomini non è sempre facile. Può diventare molto frustrante e complicata se non si riesce ad accordarsi sulle parti comuni. Una delle tante “questioni” problematiche è quella delle pulizie condominiali.

Leggi tutto...

Il lavoro del mediatore immobiliare: opportunità concrete in un periodo di crisi

Un mercato che sta conoscendo un periodo buio e alquanto discusso è sicuramente quello immobiliare. Nonostante alcuni piccoli segnali di miglioramento pervenuti negli ultimi dieci anni il momento storico rimane uno dei più critici: infatti dal 2010 la mole effettiva di transizioni riguardanti le compravendite di appartamenti hanno subito una diminuzione addirittura del 15%.

Leggi tutto...

Provvigioni e Agenzie Immobiliari: ecco come funziona

L’ambito in cui lavorano le agenzie immobiliari è sempre molto dinamico e disponibile. Gli Agenti immobiliari, infatti, basano il loro lavoro sul fare rete, cioè conoscere sempre più persone che vogliono acquistare o vendere un immobile.

Leggi tutto...

Mutuo per i giovani: il sogno chiamato casa passa di qui

Il nostro, non si può negare, è probabilmente uno dei periodi storici più neri dopo la fine della seconda guerra mondiale. Dal punto di vista economico, lavorativo e quindi sociale non vi è fascia di età che non si trovi in difficoltà viste le paradossali condizioni di vita che si sono venuta a creare in quello che un tempo era definito ‘Belpaese’.

Leggi tutto...

Corsi per agente immobiliare

Per intraprendere la carriera d’agente immobiliare, come prima cosa, bisogna tracciarsi una zona in cui si vuole agire, di conseguenza le zone in cui si vuole operare. Prima di tutto ciò, però, bisogna, come prima cosa, fare dei corsi per agenti immobiliari. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Acquisto seconda casa: cosa fare per comprarla

Acquistare una seconda casa è stato, per molti anni considerato un lusso possibile solo a poche persone facoltose. Il mercato immobiliare ha cambiato scenario e, complice la crisi e l’esistenza di diverse soluzioni bancarie, in questo momento storico le possibilità di acquisto di una seconda casa sono aumentate.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Comodato ad uso gratuito: come funziona

Comodato d’uso gratuito è un contratto che può essere scritto o verbale stipulato col proprietario del bene. Quindi, è un bene mobile o immobile, che viene consegnato dal proprietario ad un altro soggetto per un periodo di tempo stipulato nel contratto. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Quali sono le tasse sulla seconda casa

Alcune persone fortunate riescono ad averne una in qualche bella località balneare oppure di montagna, tuttavia la seconda casa rappresenta un lusso che porta con sè diverse problematiche, spesso sotto forma di tasse o imposte da pagare su di essa. Infatti, mentre l'acquisto ed il possesso dell'abitazione principale viene agevolato in diverse maniere, tutto ciò non avviene per le successive e quindi le tasse sulla seconda casa tendono ad essere diverse e in alcuni casi anche consistenti.

Leggi tutto...
Go to Top