Il nostro, non si può negare, è probabilmente uno dei periodi storici più neri dopo la fine della seconda guerra mondiale. Dal punto di vista economico, lavorativo e quindi sociale non vi è fascia di età che non si trovi in difficoltà viste le paradossali condizioni di vita che si sono venuta a creare in quello che un tempo era definito ‘Belpaese’. In tutto lo stivale, infatti, la crisi economica obbliga soprattutto i meno abbienti ad accettare condizioni lavorative estreme al limite dello sfruttamento: eccessive ore di lavoro, condizioni pessime, sicurezza che è sinonimo di utopia e pagamenti (quando puntuali) inferiori rispetto a quanto lavorato/meritato.

Ci si potrebbe ribellare, è vero, ma quando il bisogno è reale non esistono sfruttamenti che non si è disposti ad accettare passivamente.

Così facendo, però, viene meno la possibilità di costruirsi un futuro, soprattutto per i più giovani, che alla semplice idea di acquistare casa sembrano quasi ‘scappare’.

In realtà lo Stato, in questa situazione di assoluto precariato, ha messo in atto diversi incentivi che hanno reso l’accesso al mutuo più semplice soprattutto per i giovani under 35.

Il fondo garanzia per i giovani

Come appunto detto lo Stato ha deciso di intervenire nel tentativo di ausiliare soprattutto i più giovani. Uno dei provvedimenti più significativi risiede nell’aver istituito un fondo di garanzia per la prima casa: il Fondo rilascia garanzie sull’immobile fino al 50% su mutui ipotecari il cui valore massimo è di 250.000 euro finanziando il 100% dell’immobile stesso.

Per poter accedere a tale fondo però, bisogna rispettare alcuni paletti fondamentali:

  • Le coppie devono essere costituite da almeno due anni e almeno uno dei due soggetti non deve aver superato il trentacinquesimo anno di età;
  • I nuclei famigliari mono genitoriali devono avere a carico almeno un figlio che non abbia superato i 18 anni;
  • Coloro che richiedono taluna garanzia devono avere un contratto di lavoro atipico.

Cosa è il tasso del mutuo, quale scegliere e quali sono i mutui attualmente concessi

Quando si decide di acquistare una casa la principale attenzione va dirottata su quello che è il tasso di interesse richiesto dall’Istituto che ci ha concesso il finanziamento. Tra le varie tipologie di tasso ne scindiamo quattro:

  • Fisso: la rata rimane costante nell’arco della durata pattuita a monte al momento della stipula del contratto. È forse la scelta migliore se non si vogliono avere sorprese (che comunque potrebbero essere tanto positive quanto negative);
  • Variabile: le rate cambiano in base ai valori del tasso di mercato finanziario e monetario del momento;
  • Misto: permette a colui che ha usufruito del mutuo di passare da un tasso fisso a quello variabile e viceversa;
  • Con tasso di ingresso: per un breve lasso di tempo (qualche mese) viene dato un tasso di interesse ridotto salvo poi passare a quello fisso o a quello variabile.

In ogni caso sono tante le iniziative in questo degli Istituti bancari nate e finalizzate all’ausilio delle giovani coppie affinché queste possano contrarre un mutuo per acquistare una casa.

Tra le principali iniziative vanno annoverate quelle dell’Intesa San Paolo che permette alla giovane coppia di ottenere mutui fino a 40 anni in base all’importo richiesto e, dopo la ventiquattresima rata versata, è possibile chiedere la sospensione della stessa per ben tre volte.

Altra significativa iniziativa è quella di Banca Unicredit che copra fino all’80% dell’acquisto dell’immobile dilazionando il pagamento in 30 o 40 anni ed è disponibile sia col tasso fisso che variabile.

Ultima, non certo per importanza, è Banca Carige che ha pensato a mutui per giovani fino a 35 anni prevedendo in caso di difficoltà la sospensione della rata da tre a sei mesi. 

Detto ciò non rimane che rimboccarsi le maniche e munirsi di coraggio: il periodo non lo permette ma se si hanno i requisiti per accedere ad un mutuo è praticamente distruttivo perseverare nel pagamento di affitti fini a sé stessi.
Mutui di 30 o 40 anni possono sembrare interminabili ma bisogna rischiare: solo in quel momento si potrebbe gridare, con soddisfazione, ‘’questa è casa mia’’.

Potrebbe interessarti

Incentivi per il risparmio energetico: unire l’utile al dilettevole

In un periodo storico che non conosce alcuna sosta dal punto di vista dello sviluppo tecnologico le nostre vite hanno subito un radicale mutamento che nella stragrande maggioranza dei casi hanno dei risvolti solo ed esclusivamente positivi.

Leggi tutto...

Smart windows, vetrate intelligenti per migliorare la nostra vita

La tecnologia e le scoperte in campo scientifico corrono inesorabilmente e noi, di conseguenza, corriamo insieme a loro. Negli ultimi vent’anni è difatti innegabile che il nostro stile di vita si è radicalmente mutato e con esso anche le nostre abitudini: di sicuro ne abbiamo tratto giovamento ma in alcune cose, soprattutto per i più piccoli, bisognerebbe porre qualche accento in più.

Leggi tutto...

Costruzioni in legno: la nuova frontiera abitativa

Per gli Italiani la casa rappresenta una delle tappe fondamentali della propria realizzazione esistenziale e la sua proprietà un sogno che purtroppo non si avvera per tutti. Infatti, se sono tante le persone che, utilizzando i risparmi di una vita, riescono a realizzare una propria dimora o ad acquistarla, sono anche molte quelle costrette ancora a prenderla in affitto. Tuttavia, una nuova frontiera sembra aprirsi per questi ultimi.

Leggi tutto...

Case “full elettric”: innovazione e comodità

La tecnologia fa passi avanti anche nell’edilizia. Dal 2020, infatti, saranno realtà le prime case “full elettric”, edifici in cui l’unica forma di energia utilizzata sarà l’elettricità. Questo porterà ad una vera e propria “rivoluzione elettrica”, con sempre più persone che investiranno nell’energia solare.

Leggi tutto...

Isolamento acustico: una soluzione per vivere in pace

La convivenza in un condominio è sempre stato argomento di discussione e litigi causati da i più svariati motivi. C’è chi annaffia le piante allagando il balcone sottostante, chi lascia i propri animali liberi nel cortile condominiale o parcheggia l’automobile in uno spazio non riservato a lui.

Leggi tutto...

I più condivisi

Ecco come diventare amministratore di condominio

L’Italia, ormai lo sappiamo, sta vivendo un periodo storico che è tra i peggiori negli ultimi decenni. I problemi all’interno del Belpaese anziché diminuire sembrano aumentare e la più grane piaga che colpisce la nostra bella nazione è sicuramente il tasso di occupazione che è secondo solo a quello immediatamente successivo al secondo dopoguerra. 

Leggi tutto...

Le tipologie di comodato d'uso gratuito per gli immobili

Sono tantissimi gli immobili presenti nel nostro Paese a disposizione dei loro proprietari e che vengono affittati ad altre persone, le quali pagano una certa quota di denaro mensilmente per usufruire di una abitazione dove dimorare. Tuttavia, è possibile anche imbattersi nella concessione temporanea di un immobile senza che obbligatoriamente vi sia un corrispettivo in denaro da fornire al suo proprietario legittimo. Si parla ad esempio del comodato d'uso gratuito di un immobile. 

Leggi tutto...

Il portiere condominiale e la crisi del settore

In un periodo storico dove l’Italia sta precipitando a picco, almeno per quanto riguarda il livello occupazionale dei cittadini, una figura che in passato è stata di rilievo ultimamente ha iniziato un lungo e lento declino fino all’estinzione: stiamo parlando del lavoro di portineria che a causa dei costi (e della comprovata crisi che sta colpendo gran parte dell’Europa) sta vedendo ridursi la presenza negli stabili e nei condomini di tutta Italia. 

Leggi tutto...

Provvigioni e Agenzie Immobiliari: ecco come funziona

L’ambito in cui lavorano le agenzie immobiliari è sempre molto dinamico e disponibile. Gli Agenti immobiliari, infatti, basano il loro lavoro sul fare rete, cioè conoscere sempre più persone che vogliono acquistare o vendere un immobile.

Leggi tutto...

Bisogno di una casa? Mutuo Prima Casa

Si sa che il primo passo importante quando si decide di sposarsi è quello di acquistare una casa. In molti casi l’acquisto della prima casa non è una spesa irrisoria e quindi si decide quasi sempre di optare per un mutuo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavorare come agente immobiliare, ecco i requisiti

Passano i decenni, ma il riuscire a trovare un acquirente per una casa che si intende vendere oppure, viceversa, qualcuno interessato a venderne una quando la si vuole acquistare non è mai semplice. Fortunatamente, tuttavia, nel corso degli anni si sono diffuse le agenzie immobiliari e con esse anche gli agenti, che facilitano l'incontro tra domanda ed offerta in questo settore. Un lavoro non facile, in quanto i requisiti per un agente immobiliare sono diversi e non semplici da avere.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Affitto casa vacanza: per non partire impreparati

Per molte persone, magari dopo mesi di duro lavoro, è essenziale prendersi un meritato periodo di vacanze, soggiornando in una bella località ed affittando una stanza in albergo oppure direttamente una casa o un appartamento. Tuttavia, in questi ultimi anni, per alcuni soggetti, tale vacanza si è rivelata invece un incubo ed ulteriore fonte di stress, a causa delle truffe che hanno subito da parte di professionisti del raggiro.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Gli immobili come investimenti: ecco le nuove plusvalenze

Come ben sappiamo la situazione economica italiana in questo periodo è tutt’altro che florida e riuscire a guardare al futuro con ottimismo riesce molto difficile. A maggior ragione il tutto si acuisce se si passa all’analisi economica degli italiani stessi: c’è gente oggettivamente benestante, che è riuscita a sapersi valere e quindi ottenere occupazioni eccelse, mentre c’è gente che fatica seriamente all’arrivare a fine mese. 

Leggi tutto...
Go to Top