L’ambito in cui lavorano le agenzie immobiliari è sempre molto dinamico e disponibile. Gli Agenti immobiliari, infatti, basano il loro lavoro sul fare rete, cioè conoscere sempre più persone che vogliono acquistare o vendere un immobile.

Ma come lavora l’agenzia immobiliare?

 Le Agenzie Immobiliari, sono dei mediatori, lavorano su Provvigione e fanno tutto il possibile per portare a conclusione l’affare. Le Provvigioni in un’Agenzia Immobiliare sono alla base per un guadagno sempre più redditizio. Infatti, più provvigioni si hanno e più il guadagno aumenta.

Che cos’è una Provvigione?

La provvigione è la somma che spetta all’agenzia immobiliare o all’agente immobiliare, per aver concluso un affare al posto del proprio cliente che vuole vendere o acquistare.

Ovviamente ogni caso va a sé, perché l’agente immobiliare, prima d’accettare di occuparsi di un immobile deve valutare se ne vale la pena, perché ci sono diversi casi da tenere in considerazione.

Perché lavorare a provvigioni?

Ci sono vari tipi di Provvigioni di cui l’Agenzia Immobiliare tiene conto. C’è la provvigione che il cliente paga per far in modo che quella determinata agenzia si occupi del suo immobile. Altra provvigione va data nel caso in cui l’immobile si vende. Ci sono, inoltre, le provvigioni che vengono pagate quando, l’agente immobiliare, prende l’incarico in esclusiva. Ci sono anche le provvigioni che l’agente immobiliare otterrà quando l’immobile sarà venduto. Un altro tipo di provvigione che spetta all’agente immobiliare, è quella che gli viene pagata dall’acquirente dell’immobile e quindi dal nuovo cliente.

Nel caso in cui l’agenzia immobiliare si rende conto che il cliente o il potenziale investitore, porta 4 provvigioni, sarà sicuramente disposto ad occuparsene.

Andare al ribasso: è sempre conveniente?

Quando si decide di comprare un immobile, non sempre è conveniente affidarsi ad un privato direttamente, non tenendo conto dell’agenzia immobiliare. Il perché è semplice, il privato, infatti, non sempre decide il giusto prezzo di vendita. Infatti, magari, per il valore affettivo che dà a quell’immobile, lo venderà, di conseguenza, ad un prezzo più alto.

Per quanto riguarda il venditore, non sempre è conveniente gestire autonomamente la vendita. Infatti, quando si vuole gestire il tutto in maniera autonoma, si ha a che fare con tanta documentazione da presentare e poca conoscenza della materia in questione. Da pensare, infatti, che per un semplice annuncio che si vuole mettere online, bisogna compilare e presentare molti documenti per prevenire le truffe e comunque l’annuncio sarà sempre meno visibile di quello dei professionisti.

Articolo 1.733 del Codice Civile: alla base della provvigione

Ovviamente la Provvigione va regolata in base a delle specifiche misure che sono contenute nell’Articolo 1.733, Articolo del Codice civile che regola, appunto, la misura della provvigione. Quest’ultima è il frutto di un accordo tra le parti, cioè Cliente-Agente Immobiliare. Solitamente la provvigione va pagata in base al valore di vendita dell’acquisto e non a base fissa, perché gli immobili non sono tutti gli stessi e non ci si spende lo stesso tempo, sia esso vendita o acquisto.

Se la provvigione non è frutto di un accordo, che preferibilmente deve essere scritto, si fa fede agli usi e consuetudini che sono indicati nella Camera di Commercio della Provincia dove l’affare si è concluso.

Investitori Immobiliari: perché affidarsi agli agenti immobiliari?

Se si è investitori immobiliari, bisogna stare attenti a come ci si comporta con gli agenti immobiliari, perché sono loro a portare il guadagno e a trovare potenziali clienti. Quindi, per gli investitori immobiliari, gli agenti immobiliari sono alla base del loro Business.

Bisogna stare attenti come prima cosa agli accordi che si prendono con essi sulle provvigioni. Infatti, un agente immobiliare che si occupa di un immobile per un suddetto investitore immobiliare, il quale cerca di andare sempre al ribasso o a modificare la provvigione, accordata verbalmente, rischia di perdere l’agente immobiliare. Si rischia di perderlo, perché l’agente immobiliare vuole qualcosa di sicuro e continuo da parte del cliente, così di conseguenza, fare in modo che anche il cliente si possa fidare di lui dando le stesse rassicurazioni. Se invece si trova in una situazione altalenante, ci saranno buone probabilità che quell’agente non si occuperà più di altri immobili per quell’investitori. Si deve creare, dunque, un rapporto di fiducia tra Investitore e Agente Immobiliari.

Ovviamente d’altra parte anche l’agente immobiliare deve comportarsi correttamente. Infatti, se questo si comporta in modo scorretto, cioè facendo il “doppio gioco” con diversi investitori, allora le cose cambiano. Un agente immobiliare, infatti, deve comportarsi in maniera adeguata, a volte anche a suo svantaggio. Ad esempio, se un agente trova un immobile ad un investitore, ma poi, l’agente in questione, lo fa acquistare ad un altro investitore, il quale ha promesso una più alta Provvigione, allora in questo caso si ha a che fare con un cattivo agente immobiliare, che pensa solo al guadagno e non al rapporto unico e continuo con il proprio investitore.

Potrebbe interessarti

Costruzioni in legno: la nuova frontiera abitativa

Per gli Italiani la casa rappresenta una delle tappe fondamentali della propria realizzazione esistenziale e la sua proprietà un sogno che purtroppo non si avvera per tutti. Infatti, se sono tante le persone che, utilizzando i risparmi di una vita, riescono a realizzare una propria dimora o ad acquistarla, sono anche molte quelle costrette ancora a prenderla in affitto. Tuttavia, una nuova frontiera sembra aprirsi per questi ultimi.

Leggi tutto...

Pannelli solari fai da te: è possibile costruirli

Considerando l'altalena dei prezzi di luce e gas, nel nostro Paese sono sempre di più le persone che decidono di realizzare un impianto fotovoltaico per la propria abitazione, al fine risparmiare sui costi di tali bollette e di utilizzare l'energia solare, pulita ed economica. Tuttavia, uno dei limiti alla diffusione capillare di tale sistema ecologico nelle case è rappresentato dai costi per la realizzazione dell'impianto, ancora non proprio economici.

Leggi tutto...

Ristrutturazione mansarda: un piccolo spazio per grandi progetti

La mansarda, fino ad alcuni decenni fa, era vista e considerata semplicemente come un locale di poco valore, in cui accatastare vecchi mobili e conservare scatoloni ripieni di roba inutilizzata, forse a causa degli spazi assai limitati che poteva offrire. Tuttavia, essa ha acquisito recentemente invece un nuovo valore ed è stata riscoperta come utile spazio abitativo. Al giorno d'oggi, in effetti, basta un'adeguata ristrutturazione della mansarda per farla diventare una bellissima sala colorata, viva e soprattutto affascinante.

Leggi tutto...

Ristrutturazione del tetto condominiale, chi deve pagare per le spese

Può capitare in alcuni stabili che, improvvisamente, nascano delle problematiche riguardo al tetto condominiale e che questo necessiti di lavori inderogabili. Tale situazione può innescare, spesso, delle dispute tra gli stessi inquilini dello stabile su chi deve pagare la ristrutturazione del tetto condominiale. Infatti, questa non è una spesa di poco conto e, considerando le situazioni economiche in cui versano varie famiglie, va ad incidere notevolmente su queste ultime.

Leggi tutto...

Contabilizzazione del calore: quali sono i vantaggi

Dal 2017, è entrata in vigore in maniera definita la legge relativa al riscaldamento centralizzato ed alla contabilizzazione del calore nei condomini. Questa legge obbliga tutti i condomini con riscaldamento centralizzato di dotare ogni calorifero di un ripartitore di calore per contabilizzarlo e nel seguire le nuove disposizioni in termini di costi dei consumi.

Leggi tutto...

I più condivisi

Pulizie condominiali: come organizzarsi nei condomini?

La vita nei condomini non è sempre facile. Può diventare molto frustrante e complicata se non si riesce ad accordarsi sulle parti comuni. Una delle tante “questioni” problematiche è quella delle pulizie condominiali.

Leggi tutto...

Mutuo per i giovani: il sogno chiamato casa passa di qui

Il nostro, non si può negare, è probabilmente uno dei periodi storici più neri dopo la fine della seconda guerra mondiale. Dal punto di vista economico, lavorativo e quindi sociale non vi è fascia di età che non si trovi in difficoltà viste le paradossali condizioni di vita che si sono venuta a creare in quello che un tempo era definito ‘Belpaese’.

Leggi tutto...

Il lavoro del mediatore immobiliare: opportunità concrete in un periodo di crisi

Un mercato che sta conoscendo un periodo buio e alquanto discusso è sicuramente quello immobiliare. Nonostante alcuni piccoli segnali di miglioramento pervenuti negli ultimi dieci anni il momento storico rimane uno dei più critici: infatti dal 2010 la mole effettiva di transizioni riguardanti le compravendite di appartamenti hanno subito una diminuzione addirittura del 15%.

Leggi tutto...

Provvigioni e Agenzie Immobiliari: ecco come funziona

L’ambito in cui lavorano le agenzie immobiliari è sempre molto dinamico e disponibile. Gli Agenti immobiliari, infatti, basano il loro lavoro sul fare rete, cioè conoscere sempre più persone che vogliono acquistare o vendere un immobile.

Leggi tutto...

Patentino agente immobiliare: per un lavoro redditizio in un momento di crisi

Ormai è risaputo, sono anni che se ne parla, chi ha la possibilità di investire deve farlo immancabilmente in questo dato periodo. Il prezzo delle case, infatti, continua la sua lunga e inesorabile discesa: sono ormai quasi dieci anni che il mercato del mattone non conosce la parola rialzo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Acquisto seconda casa: cosa fare per comprarla

Acquistare una seconda casa è stato, per molti anni considerato un lusso possibile solo a poche persone facoltose. Il mercato immobiliare ha cambiato scenario e, complice la crisi e l’esistenza di diverse soluzioni bancarie, in questo momento storico le possibilità di acquisto di una seconda casa sono aumentate.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Assicurazione casa in affitto: come e quando stipularla

Sino a poco tempo fa per chi affittava casa e per l’affittuario non esistevano molte tutele in caso di problemi o di affitti non pagati. Ad esempio i proprietari che dovevano affittare i loro appartamenti utilizzavano la caparra o la cauzione come unica forma di tutela per danni ed altre problematiche.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Gli immobili come investimenti: ecco le nuove plusvalenze

Come ben sappiamo la situazione economica italiana in questo periodo è tutt’altro che florida e riuscire a guardare al futuro con ottimismo riesce molto difficile. A maggior ragione il tutto si acuisce se si passa all’analisi economica degli italiani stessi: c’è gente oggettivamente benestante, che è riuscita a sapersi valere e quindi ottenere occupazioni eccelse, mentre c’è gente che fatica seriamente all’arrivare a fine mese. 

Leggi tutto...
Go to Top